giovedì 4 febbraio 2016

Visite guidate Febbraio 2016

Ricordiamo le prossime visite guidate di febbraio, a cui si aggiungono alcune novità:
- una nuova data per Toulouse-Lautrec 
- una ulteriore data per gli Impressionisti tete a tete al Vittoriano, visto il pienone della data precedente e grazie alla proroga della chiusura della mostra (stavolta sarà proprio l'ultimissimo appuntamento!)
- un diverso appuntamento per Crypta Balbi, per poter visitare anche i sotterranei
- le visite a permesso speciale (e per pochi posti!) al Mitreo Barberini e alla basilica "neopitagorica" di Porta Maggiore
Ci sono inoltre ancora posti disponibili (ma non troppi...) per la chiesa del Gesù con le stanze, e per l'Opus Sectile.
per partecipare è sempre necessario prenotarsi, inviando una email a: prenotazioni@gattidelforo.it
Vi aspettiamo!
I Gatti del Foro



 Sabato 13 febbraio ore 10.20
mostra Toulouse-Lautrec
Con circa 170 opere provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest, arriva al Museo dell’Ara Pacis di Roma una grande mostra su Toulouse-Lautrec, il pittore bohémien della Parigi di fine Ottocento, che ripercorre la vita dell’artista dal 1891 al 1900, poco prima della sua morte avvenuta a soli 36 anni.
Appuntamento all'ingresso della mostra Spazio Espositivo Ara Pacis (su via di Ripetta, davanti alla chiesa di San Rocco)
Quota di partecipazione (ingresso+prenotazione+visita guidata): 22 euro
Durata visita: 1 h e 30'
Per questa visita è richiesto il pagamento anticipato delle quote
Prenotazioni entro 8 febbraio 


Sabato 13 febbraio ore 15.45 Chiesa del Gesù e Stanze di Sant'Ignazio
La chiesa del Gesù sorge nel luogo dove il fondatore dei Gesuiti, Sant'Ignazio di Loyola, visse e iniziò la propria attività a Roma. Divenuta il modello delle chiese della Controriforma, è ricca di opere d'arte sontuose, come gli altari dedicati a sant'Ignazio e a San Francesco Saverio, ricchi di pietre preziose, argenti e ori, anche se il capolavoro più stupefacente è il soffitto dipinto dal Baciccia. Nella casa annessa si conservano le stanzette in cui visse il Santo, decorate nel Seicento con incredibili illusioni ottiche dal gesuita Andrea Pozzo, maestro dell'anamorfosi e del trompe-l'oeil.
Appuntamento davanti alla Chiesa del Gesù in piazza del Gesù.
Durata visita circa 2 h. Presenza di scale
Quota di partecipazione (visita guidata + offerta per le stanze): 14 euro (con pagamento anticipato 12 euro) 


Sabato 13 febbraio ore 18.15
mostra Impressionisti tète à tète al Vittoriano
La mostra presenta oltre 60 importanti dipinti provenienti dal Museo d'Orsay di Parigi, presentando l'opera dei maggiori pittori impressionisti - da Manet a Degas, da Renoir a Pissarro, da Berthe Morisot a Cèzanne – analizzando in particolare il ritratto della società parigina che emerge dalle loro opere. Ritratti e scorci di quotidianità cittadina, infatti, furono tra i soggetti preferiti da questi artisti che volevano calarsi nella realtà e rappresentare la “vita moderna”.
Appuntamento davanti all'ingresso mostra al Vittoriano, via di San Pietro in Carcere
Quota di partecipazione (ingresso + visita guidata): 15 euro
Per questa visita è richiesto il pagamento anticipato delle quote.
La quota è valida con un minimo di 15 partecipanti
Durata visita: 1 h e 30'
Prenotazioni entro 8 febbraio 



Domenica 14 febbraio ore 14.30
La Crypta Balbi.
 
I segreti della Città Eterna
Nel cuore della città, al di sotto di palazzi e strade trafficate, Roma svela il suo volto e il suo mutare nel corso dei secoli: è possibile visitare il teatro di Balbo costruito nel I sec. a. C., i cui spazi furono usati come tombe, botteghe artigiane ed edifici religiosi. Il Museo ospita inoltre una interessantissima collezione di ceramiche, bronzi, affreschi che testimoniano l’evoluzione e lo sviluppo della città.
Un’occasione unica per immergerci “attraverso gli strati della città” nella storia di Roma.

Appuntamento in Via delle Botteghe Oscure 31
Ingresso: Intero: 7 Euro; Ridotto (ragazzi tra i 18 e i 25 anni; insegnanti di ruolo): 3,50 euro: gratuito sotto i 18 anni
Visita guidata: 10 euro (8 euro con pagamento anticipato)
Durata visita: 2h  – Presenza scale per accedere ad alcune parti area archeologica 


Domenica 21 febbraio ore 16.00
Opus Sectile
Una sala tutta in marmo: la Domus tardo-antica di Porta Marina

Recentemente restaurata e attentamente ricostruita in uno scenografico allestimento, la splendida decorazione della domus di Porta Marina sorprende per la ricchezza dei materiali e lo splendore dei colori: un’intera sala monumentale ricoperta da un prezioso intarsio di marmi colorati (che i Romani chiamavano “opus sectile”), a formare motivi geometrici, floreali e figurati. Un tesoro poco conosciuto e di stupefacente bellezza, capace di rievocare lo sfarzo delle più belle dimore dell’antichità.
Appuntamento davanti all’ingresso Museo Alto Medioevo, Viale Lincoln, 3 (piazza Marconi – Eur).
Durata della visita: 1 ora e mezzo. Presenza di scale
Ingresso: 4 Euro (sotto i 18 anni gratuito).
Visita guidata: 10 Euro (con pagamento anticipato 8 euro) 


Sabato 27 febbraio ore 10.40
Mitreo Barberini.  

Visita con permesso speciale
Una imperdibile occasione per poter visitare uno dei rari mitrei dipinti a Roma. Scoperto casualmente nel 1936 nel giardino di Palazzo Barberini, il Mitreo riapre dopo un lungo periodo di chiusura svelando il suo ciclo pittorico che, caso quasi unico, permette di ricostruire il mito delle origini del dio Mitra. In dieci piccoli quadri - quasi una storia a fumetti- viene raccontata la nascita del dio, le sue imprese e il rapporto tra vicende mitiche e cerimonie rituali.
Appuntamento in Via delle Quattro Fontane, 13
Quota di partecipazione (ingresso+prenotazione+visita guidata): 15 euro (13 Euro con pagamento anticipato)
Durata visita: 1 h e ‘15.
Massimo 14 partecipanti

Domenica 28 febbraio alle ore 11.40
La Basilica sotterranea di Porta Maggiore

Visita con permesso speciale
La Basilica sotterranea, detta un tempo "neopitagorica", di Porta Maggiore ritorna ad essere visitabile grazie all’apertura del cantiere di restauro. Rinvenuta casualmente durante lavori di consolidamento dei soprastanti binari ferroviari, ha mantenuto inalterato il suo apparato decorativo interamente in stucco bianco e policromo. Lo studio dell'apparato decorativo del vestibolo e soprattutto dell'aula basilicale, ha da subito attirato l'attenzione degli studiosi per la presenza di un complesso linguaggio mitologico non sempre decifrato. Le ipotesi interpretative vanno da sede di una setta neopitagorica in età neroniana,a monumento funerario della famiglia degli Statili Tauri.
Appuntamento davanti all’ingresso in via Prenestina (Porta Maggiore)
Quota di partecipazione: 14 euro (12 con pagamento anticipato).
Durata visita: 1 h e 30’. Presenza scale.
Pochi posti a disposizione



Per informazioni e prenotazioni
Tel 062426184 (martedì 9.30-12.30) - 
Responsabili: Anna Rughetti/Marta Rivaroli
e-mail: prenotazioni@gattidelforo.it; marta.rivaroli@gattidelforo.it
web: www.gattidelforo.it 
http://blog.gattidelforo.it/