mercoledì 18 febbraio 2015

Visite guidate febbraio-marzo 2015

Il nuovo programma è ricco di opportunità da non perdere!
In breve (ma vi invitiamo a scoprirle meglio nel programma e ovviamente a cogliere l'opportunità di unirvi alle nostre visite guidate):
- tante visite con apertura speciale a luoghi normalmente non accessibili: le Tombe di Via Latina, Palazzo Firenze, il Tempio "di Vesta" e di Portunus, il Casino dell'Aurora, l'Insula dell'Ara Coeli, la Domus Aurea, e, finalmente, la casa di Augusto e la casa di Livia sul Palatino; attenzione perchè per i siti ad apertura speciale i posti sono sempre limitati;
- un ciclo dedicato alle chiese gesuitiche di Roma nello splendore del Barocco: la chiesa del Gesù con le stanze di Sant'Ignazio e la chiesa di Sant'Ignazio (il ciclo sarà completato prossimamente con un ulteriore appuntamento per la chiesa di Sant'Andrea);
- un ciclo di tre visite guidate e una conferenza su religione e magia nel mondo romano, alla scoperta di luoghi e aspetti davvero insoliti: la villa dell'Auditorium, la Fonte di Anna Perenna, le iscrizioni magiche del Museo delle Terme di Diocleziano (sono previste riduzioni per chi partecipa a più visite del ciclo)
- luoghi poco noti assolutamente da (ri)scoprire: la Centrale Montemartini con le sculture antiche piacerà sia agli amanti della tecnica che agli appassionati d'arte; la Galleria dell'Accademia di San Luca vi porterà nel cuore dell'Arte attraverso oltre 4 secoli di storia;
- infine, la mostra su Matisse con una riduzione speciale per il primo appuntamento, e un classico della romanità: il Colosseo!

Ricordiamo infine che siamo a disposizione per organizzare visite personalizzate, percorsi didattici, laboratori per gruppi e scuole. Contattateci per informazioni (info@gattidelforo.it oppure prenotazioni@gattidelforo.it)

Per partecipare è necessario inviare una email a: prenotazioni@gattidelforo.it
Vi aspettiamo!

I Gatti del Foro



Domenica 22 febbraio ore 10.30
Le Tombe di via Latina.

Visita con permesso speciale
Sull'antica via che, in alternativa all'Appia, conduceva verso Capua, un poco noto parco archeologico custodisce due meraviglie: due edifici sepolcrali di epoca romana, l'uno decorato con raffinati stucchi e l'altro con preziosi dipinti, tutti dedicati all'augurio che l'aldilà sia un luogo di eterna serenità.
Appuntamento in Via dell’Arco di Travertino, 151
Quota di partecipazione (prenotazione + visita guidata): 10 Euro
Durata visita: 1 h e 30’.
Le tombe sono accessibili all’interno solo tramite scale
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Mercoledì 25 febbraio ore 10.45
Palazzo Firenze

Visita con permesso speciale
Il sontuoso palazzo in Campo Marzio iniziò la sua storia nel 1516, sede di una numerosa famiglia toscana intenzionata ad affermare il prestigio raggiunto a Roma; nel 1561 il palazzo divenne proprietà di Cosimo I de' Medici, Granduca di Toscana, prendendo il nome di palazzo Firenze. I Medici lo elessero a residenza romana facendo decorare fastosamente alcuni saloni del piano nobile dal pittore Jacopo Zucchi e ristrutturando il palazzo forse su progetto del Vignola, che ornò il cortile del bel colonnato. Tra la fine del Cinquecento e l'inizio del secolo successivo il palazzo fu uno dei poli della vita mondana cittadina: il cardinale Ferdinando I de' Medici vi diede feste sontuose e grandiosi banchetti. Una volta estinti i Medici, l'edificio divenne la residenza del ministro del granducato di Toscana ed oggi è sede della Società Dante Alighieri.
Appuntamento in Piazza Firenze
Visita guidata: 10 Euro.
Durata visita: 1 h e 30’
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Sabato 28 febbraio ore 16.00
Roma Gesuitica e Barocca 1: il potere delle immagini

La Chiesa del Gesù e le Stanze di Sant'Ignazio
La chiesa del Gesù sorge nel luogo dove il fondatore dei Gesuiti, Ignazio di Loyola, visse e iniziò la propria attività a Roma. Divenuta il modello delle chiese della Controriforma, è ricca di opere d'arte sontuose, come gli altari dedicati a sant'Ignazio e a San Francesco Saverio, ricchi di pietre preziose, argenti e ori, anche se il capolavoro più stupefacente è il soffitto dipinto dal Baciccia. Nella casa annessa si conservano le stanzette in cui visse il Santo, decorate nel Seicento con incredibili illusioni ottiche dal gesuita Andrea Pozzo, maestro dell'anamorfosi e del trompe-l'oeil.
Appuntamento davanti alla chiesa in Piazza del Gesù
Quota di partecipazione (visita guidata + offerta per le stanze+auricolari): 12 euro
Durata visita circa 2 h. Presenza di scale.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Domenica 1 marzo ore 11.30
I templi del Foro Boario:

Tempio rotondo detto di Vesta e Tempio di Portunus

visita con permesso speciale
Un’occasione impedibile per poter ammirare all’interno i due templi del Foro Boario ancora perfettamente conservati nella loro strutture e nelle loro decorazioni. Il tempio rotondo, tradizionalmente chiamato Tempio di Vesta ma in realtà dedicato ad Ercole, protettore dei commerci, e il Tempio rettangolare dedicato a Portunus, divinità tutelare dell’antico porto fluviale
Appuntamento davanti al Tempio rotondo
Quota di partecipazione (prenotazione + visita guidata): 10 Euro con pagamento anticipato
Durata visita: 1 h e 40’


Domenica 1 marzo ore 15.30
Casino dell’Aurora Pallavicini
apertura speciale
Il Casino dell'Aurora è un gioiello del barocco di inizio Seicento, che il cardinale Scipione Borghese fece erigere dal Vasanzio sulle rovine delle Terme di Costantino. Le sue finestre si affacciano da un lato sulla Piazza del Quirinale e dall'altro sul raffinato giardino pensile. Espressione dell'amore per l'antico del Cardinale, il casino è abbellito da rilievi antichi e conserva, nella sala centrale, il famoso affresco dell'Aurora, opera di Guido Reni.
Appuntamento in Via XXIV Maggio, 43 (zona Quirinale)
Quota di partecipazione: 10 euro
Durata visita: 1 h e 30min. Presenza di scale.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Domenica 1 marzo ore 16.30
Le macchine e gli dèi: arte antica alla Centrale Montemartini
In un affascinante contesto di archeologia industriale, tra i macchinari dismessi della centrale elettrica Montemartini, è stato allestito un museo di antichità, unico esempio a Roma di connubio tra modernità e mondo antico. Un’occasione per ammirare, in un contesto di forte impatto emotivo, alcune delle più celebri opere della Roma antica come il frontone del Tempio di Apollo Sosiano, fortemente voluto da Augusto per i suoi fini propagandistici, la enigmatica statua della Musa Polimnia e il magnifico mosaico con scene di caccia.
Appuntamento all'ingresso del museo, in Via Ostiense 106.
Ingresso (residenti a Roma): gratuito
Visita guidata: 8 euro
Durata visita: 1 h e 45'.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Sabato 7 marzo ore 10.00
Prìncipi e princìpi dell'arte
Galleria dell'Accademia di San Luca
La preziosa e e purtroppo misconosciuta Galleria dell'Accademia di San Luca racconta, attraverso opere di grande interesse, la storia della prima accademia al mondo, fondata per difendere il lavoro degli artisti e per promuovere l'insegnamento dell'arte presso le giovani generazioni. Membri dell'Accademia furono tutti i più grandi, tra architetti, pittori e scultori: da Pietro da Cortona a Vanvitelli, da Piranesi a Canova, del quale la collezione vanta alcuni bellissimi originali.
Appuntamento davanti all'ingresso in Piazza dell'Accademia di San Luca 77
Ingresso: gratuito
Visita guidata: 8 euro
Durata visita: 1 h e 45'.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Sabato 7 marzo ore 16.00
Roma Gesuitica e Barocca 2: il trionfo dell'illusione

La chiesa di Sant'Ignazio
La chiesa dedicata al fondatore della Compagnia di Gesù fu edificata nel 1626 al posto della piccola chiesa dell’Annunziata, che per un certo periodo era stata cappella del Collegio Romano. Alla sua realizzazione collaborarono soprattutto artisti appartenenti alla Compagnia, come l'architetto fu il gesuita Orazio Grassi (sotto la supervisione di Carlo Maderno) e il pittore Andrea Pozzo, anche lui gesuita, maestro dell'illusione barocca, che nel soffitto creò un incredibile apertura sul cielo e al posto della cupola una altrettanto incredibile illusione prospettica.
Appuntamento davanti alla chiesa in Piazza Sant'Ignazio
Quota di partecipazione (visita guidata +auricolari): 10 euro
Durata visita circa 1 h 30'. Accessibile per tutti.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Domenica 8 marzo ore 10.30
L’area archeologica presso l’Auditorium: villa o santuario? *
Nel quartiere Flaminio, durante i lavori per la realizzazione dell’Auditorium progettato da Renzo Piano, sono venuti alla luce i resti di una grande complesso architettonico utilizzato incessantemente dalla seconda metà del VI sec. a.C. fino al II sec. d.C. quando viene definitivamente abbandonata, probabilmente a causa delle frequenti inondazioni del vicino Tevere. L’area archeologica è stata inserita in maniera armonica all’interno della moderna struttura del Parco della Musica. Il dibattito scientifico sulla sua identificazione è ancora molto acceso: per Carandini si tratta di una villa rustica, mentre altri studiosi hanno proposto di identificarlo come l’antico santuario della dea Anna Perenna, da mettere in collegamento con la fonte sacra trovata a poca distante sulle pendici del monte.
Ingresso: gratuito
Visita guidata: 8 euro
Durata visita: 1 h e 30'.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Domenica 8 marzo ore 14.50
Il cantiere della Domus Aurea.

Visita con permesso speciale
Un’occasione imperdibile per poter nuovamente ammirare gli ambienti della Domus Aurea, la splendida residenza dell’imperatore Nerone che si estendeva su ben tre colli e che doveva risplendere in modo tale da simboleggiare la dimora del dio Sole. Durante la visita saremo accompagnati alla scoperta del cantiere di restauro della Domus Aurea che permetterà di conoscere il monumento ma, allo stesso tempo, di comprendere l’importanza della conservazione del nostro patrimonio culturale.
Appuntamento davanti all’ingresso dell’area archeologica in via della Domus Aurea, 1 (all’interno del Parco del Colle Oppio).
Quota partecipazione (ingresso speciale + prenotazione + visita guidata): 15 Euro
Durata visita: 2 h. Accessibilità limitata (percorso accidentato)
Per questa visita è richiesto il versamento anticipato delle quote: pochissimi posti ancora a disposizione.


Sabato 14 marzo ore 16.40
Un condominio nell’antica Roma
Insula dell’Ara Coeli.

visita con permesso speciale
L’edificio situato tra la scalinata della basilica dell’Ara Coeli e il complesso del Vittoriano è uno dei migliori esempi di architettura abitativa intensiva (insula) ancora visibili a Roma. La visita all’insula non solo permette di comprendere come era fatto un condominio in epoca romana e il suo utilizzo in epoche successive ma ci offre la possibilità di indagare le tappe della trasformazione urbanistica della zona alle pendici del colle Capitolino.
Appuntamento davanti all’ingresso dell’area archeologica accanto alla scalinata dell’Ara Coeli
presenza di rampe di scale.
Durata visita: 1 h e 15’
Quota di partecipazione (visita + ingresso): Intero: 12 euro.
Ridotto (tra i 18 e i 25 anni; bibliocard, metrebus, feltrinelli) 11 euro
Sotto i 18 anni: 8 euro


Domenica 15 marzo ore 11.45
La Fonte di Anna Perenna*

visita con permesso speciale
La fonte di Anna Perenna è stata rinvenuta nel 1999 durante gli scavi per un parcheggio interrato all'angolo tra piazza Euclide e via G. Dal Monte, nel quartiere Parioli. Lo scavo ha portato alla luce i resti di una fontana con iscrizioni murate che riportano il nome della dea Anna Perenna, antica divinità romana delle origini, festeggiata il giorno delle Idi di marzo, il primitivo capodanno romano, così come testimoniatoci da Ovidio nei Fasti. All’interno della fontana e della cisterna furono rinvenuti svariati oggetti utilizzati per pratiche magiche e riti religiosi: laminette in piombo con maledizioni, contenitori di piombo contenenti figurine antropomorfe, un pentolone di rame e svariate monete e lucerne. Un’occasione per approfondire la conoscenza delle pratiche magiche nell’antica Roma.
Visita guidata + permesso speciale: 12 euro
Durata visita: 1 h circa.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Mercoledì 18 marzo ore 18.00
Conferenza

Pratiche magiche e feste religiose nell’antica Roma*
Visita alla sezione dedicata alla magia presso il Museo Nazionale delle Terme di Diocleziano

A conclusione del piccolo ciclo sulla magia nell’antica Roma visiteremo uno dei musei più belli ed interessanti di Roma, allestito presso il complesso delle Terme di Diocleziano, che offre la possibilità di compiere un vero e proprio viaggio nella religione dell’antica Roma grazie ad alcuni reperti straordinari che permettono di tracciare un quadro complesso e variegato: dai culti ufficiali alle religioni orientali e misteriche e fino alle pratiche magiche espressioni della religione popolare e della superstizione.
Quota di partecipazione: 10 Euro (prevista la riduzione del 20% per chi partecipa alle visite guidate contrassegnate con *)


Sabato 21 marzo ore 17.20
mostra Matisse. Arabesque
Le Scuderie del Quirinale presentano in una grande mostra oltre 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali che coprono all’intero arco della vita artistica di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, raccontando in particolare la fascinazione dell’Oriente nell'immaginario dell'artista, con le odalische, i colori forti, i tessuti sontuosi e variopinti... Dai magici spunti decorativi di civiltà lontane, Matisse trarrà i semi di una spazialità nuova e di un colorismo senza precedenti, fermenti straordinari nel panorama vivacissimo delle avanguardie del XX secolo.
Quota di partecipazione speciale solo per la prima data: 18 Euro
La quota include: prenotazione, ingresso, auricolari, visita guidata.
Per questa visita è indispensabile il pagamento anticipato. Posti limitati.


Sabato 28 marzo ore 9.20
Casa di Augusto e Livia al Palatino

visita con permesso speciale
Un’occasione unica per visitare la residenza augustea riaperta da pochissimo al pubblico e poter ammirare il nuovo settore della Casa di Augusto e le splendide sale della Casa di Livia. Dagli ambienti privati, raffinatissimi eppure semplici, fatti di piccole stanzette, ai grandiosi ambienti dedicati all'ospitalità, le pareti splendono di colori inattesi e decorazioni illusionistiche che sorprendono per giochi prospettici e immagini simboliche.
Appuntamento davanti alla biglietteria presso l’Arco di Tito
Durata della visita: 2 ore circa
Quota di partecipazione: 24 euro (ingresso+prenotazione+apertura speciale+ visita guidata)
Per questa visita è indispensabile il pagamento anticipato. Posti limitati.


Sabato 28 marzo ore 16.30
Terme di Diocleziano: iscrizioni e formule magiche *
L'impianto delle Terme di Diocleziano fu costruito tra il 298 e il 306 d.C. Il complesso, il più grande di Roma, comprendeva diversi ambienti (calidarium, tepidarium, frigidarium, piscina, una grande aula, ecc.), parzialmente riutilizzati nella chiesa di Santa Maria degli Angeli e in gran parte oggi sede del museo epigrafico che raccoglie testi scritti dall'VIII sec. a.C. al IV d.C.

Particolare risalto sarà riservato all'analisi degli scritti con valenza religiosa e magica, che getteranno nuova luce sulle pratiche superstiziose dei Romani e sul loro particolare rapporto con la sfera del sacro e del magico.
Appuntamento davanti all'ingresso del Museo in Via Enrico de Nicola 76
Ingresso: 7 Euro
Visita guidata: 8 Euro
Durata visita: 1 h e 30'.
Consigliato il versamento anticipato delle quote (pagamento sul posto + 2 euro)


Domenica 29 marzo ore 16.30
Il Colosseo
Monumento simbolo di Roma, il Colosseo è uno dei luoghi più visitati al mondo. Inaugurato con grandiosi giochi dall'imperatore Tito nell'80 d.C., l’edificio ha pianta ellittica e presenta esternamente tre ordini di ottanta arcate inquadrate da semicolonne tuscaniche nel primo ordine, ioniche nel secondo, corinzie nel terzo. In alto sono ancora visibili le mensole che sostenevano il grande velario che proteggeva gli spettatori, che numerosissimi accorrevano nell'anfiteatro per assistere ai giochi gladiatorii. Un'occasione per scoprire o riscoprire i segreti dell'anfiteatro Flavio, anche alla luce delle scoperte dei recenti lavori di restauro.
Appuntamento all'edicola davanti alla fermata metro Colosseo.
Quota di partecipazione: 22 euro
La quota include: prenotazione, ingresso, auricolari, visita guidata.
La prenotazione consente di saltare la fila per la biglietteria. Può tuttavia essere necessario un certo tempo di attesa per i controlli di sicurezza all'ingresso del monumento.
Per questa visita è indispensabile il pagamento anticipato.


N.B. - Per tutte le visite guidate è indispensabile la prenotazione e vivamente consigliato il pagamento anticipato delle quote. 
L'eventuale partecipazione con pagamento sul posto è possibile salvo esaurimento dei posti e con una maggiorazione della quota di 2 euro.


Per informazioni e prenotazioni
tel 062426184 – fax 1782236086
Orari: martedì 9.30-12.30
Responsabili: Anna Rughetti/Marta Rivaroli
e-mail: prenotazioni@gattidelforo.it; marta.rivaroli@gattidelforo.it
www.gattidelforo.it
http://blog.gattidelforo.it/